Franco Aliberti 

non c’è evoluzione senza la conoscenza del passato e la propensione verso la semplicità. 

Esperienze

Il mio amore per la cucina inizia da ragazzo, grazie alla passione trasmessami da mia madre. Coltivare la terra, gustarne i frutti appena colti, prepararne conserve sono ricordi d'infanzia che custodisco gelosamente. A soli 14 anni inizio a collaborare, dopo la scuola, con piccole rosticcerie e pasticcerie e alcuni anni dopo decido di trasferirmi a Salsomaggiore Terme per seguire l'Istituto Alberghiero. Al termine degli studi,  inizio a lavorare a Parigi nel ristorante di Alain Ducasse. Tra le esperienze successive più importanti, c’è quella da Massimo Spigaroli all’Antica Corte Pallavicina prima e quella presso Massimiliano Alajmo a Le Calandre di Padova. Collaboro all'apertura di ALMA (Scuola internazionale di cucina) in qualità di docente. Mi trasferisco quindi a Erbusco per lavorare nella cucina di Gualtiero Marchesi, che mi porta poi con sé a Milano, per l'apertura del Marchesino. A seguire, l’esperienza al ristorante Vite di San Patrignano, per il progetto di centro della proposta educativa della comunità. Nel 2012 entro a far parte della brigata di Massimo Bottura all’Osteria Francescana,  dove affino ancora di più la mia arte nella pasticceria e maturo il desiderio di un ristorante tutto mio.  Nel 2014 apre i battenti Evviva "dolci e una cucina a scarto zero", il mio ristorante a Riccione, dove debutto come chef. Prima del mio ritorno a Milano, affianco lo chef Gianni Tarabini a La Preséf all’interno dell’Azienda Agricola de “La Fiorida” a Mantello, in Valtellina. Nel 2018 Arrivo a Milano, portando con me una filosofia etica e sostenibile che fin da subito entra a far parte del ristorante Tre Cristi. A gennaio 2020 si conclude l'esperienza ai Tre Cristi e inizio a lavorare a un nuovo ambizioso progetto su Milano. 


Premi 

Nel 2010 Premio come miglior Chef Pasticcere per la Guida Identità Golose, nel 2011 per Guida ai Ristoranti d’Italia de Il Sole 24 Ore, nel 2012 ricevo il premio come Miglior Chef Under 30 dalla Guida Identità Golose. 

Il 2019 premio come Miglior Tavola di Milano durante l’evento Golosaria. Agli Awards 2019 di Food & Travel  Italia sono nominato Chef emergente dell’anno, grazie alla mia cucina attenta all’ambiente ed ecosostenibile. Per lo stesso motivo,  ricevo il premio Weekend Premium 2019. Migliore tavola dei dessert nella guida 100 di Milano 2019. Premio alla Formazione e Cultura Gastronomica attribuito da FoodCommunity nel 2019
All’interno della guida Michelin 2020, il ristorante Tre Cristi Milano viene menzionato solo dopo appena un anno  come Cucina di Qualità.